Duniamaua's Blog

Storie, pensieri,parole e sogni liberamente tratti dalla mia vita.

IL CONTRAPPUNTO luglio 13, 2013

Filed under: Daily report,My Inner — CHY @ 4:14 pm

Nella mia vita ho sperimentato tanti tipi di rapporto…

Amicizie fraterne, alcune classificabili anche nella categoria C***o&C**o…altre invece erano e sono ad un livello più alto…corrono sul filo del senza tempo, quelle che quando ti ritrovi davanti dopo un po’ è come se ci si fosse parlati il giorno prima…e poi ci sono anche quelle in cui si è così diversi e uguali insieme che il passatempo migliore diventa prendersi in giro…e quelle sono speciali…e non posso fare a meno di buttarle dentro le altre due categorie…

Per non parlare di altre categorie di rapporti similamorosi…c’è stato quello , passatemi il termine, morboso….quello dell’intesa stellare, che ci si ritrova quasi davanti al proprio maschile….il lascia&prendi…persino l’usa&getta, lo ammetto…che da brava romantica magari ho anche glitterato per digerirlo meglio…o per confodere le acque al tipo in questione…

Poi arriva un giorno in cui ti rendi conto, rifacendo il letto, che stai sperimentando ed alimentando un rapporto così diverso da tutti gli altri…così ad un altro livello…qualcosa che mai prima d’ora avevi portato nel cuore e attorno a te…

Questa categoria di rapporto credo si possa definire IL CONTRAPPUNTO….

E scopri che le differenze completano e armonizzano…che le uguaglianze arrivano al culmine…che ci si scambia le abitudini e si diventa un po’ più simile l’uno all’altro ogni giorno che passa…pur restando se stessi nell’intimo…soltanto migliori di prima…soltanto più completi…e anche un po’diversi…scopri che ti ami un po’ di più, anche perchè l’altro sa amare quella parte di te che è rimasta uguale, quella diversa da lui, la parte che magari prima a te non piaceva…o che forse non è mai piaciuta a tutto il resto del mondo…

Adesso sai che stringi tra le mani la cosa più preziosa…la più bella mai avuta…e le lacrime diventano dolci quando le assaggi mentre scorrono da un intenso occhio castano….e il cuore cambia rumore se lui ci appoggia l’orecchio…e la musica diventa la “musica di due” ….magicamente non c’è più imbarazzo nel passare l’auricolare mentre Gino Paoli sussurra “Sapore di sale, sapore di mare, sapore di te”…

Lo scopri in una mattina di Luglio, guardando il letto disfatto dove hai dormito da sola…i cuscini sono tutti girati in verticale, li hai usati entrambi …tu che hai sempre dormito rannicchiata appoggiandoti al materasso in maniera più o meno ordinata…scopri che ci sono notti che dormi da sola in cui il tuo corpo si muove come il suo durante il sonno…accartocciando lenzuola, rotolando sul materasso, girando inconsapevolmente i cuscini…

Il suo caos ti è entrato dentro e mi sa che ormai ci resterà…sapendo che un po’ del tuo metodico ordine sta colorando di verde Tiffany le sue giornate…

...Ugualmente diversi, diversamente uniti...

…Ugualmente diversi…diversamente uniti…

Annunci
 

AMOR CHE MOVE IL SOLE E L’ALTRE STELLE maggio 1, 2013

Filed under: Daily report,My Inner — CHY @ 10:03 am

E un dopopranzo di quasi maggio ti ritrovi a leggere sul display dell’iphone un verso immortale che scopri essere impresso nella tua memoria…e di punto in bianco un po’ per gioco un po’ per poesia ti ritrovi a inneggiare all’ Amore… quello che muove e smuove l’universo creato…ispirazione e tema di versi dolci, forti, passionali, sospirati da che il mondo ha visto la sua prima alba…

E non solo i sommi poeti ne hanno declamato virtù e forza…o ne sono stati investiti descrivendo di deliri a volte erotici a volte platonici…l’amore scorre nelle nostre canzoni…quelle antiche cantano di corteggiamenti infiniti, sguardi rubati, passioni consumate in segreto e di giovani che chiedono perdono, per una distrazione, gettandosi in ginocchio ai piedi dell’amata…quelle nuove parlano di coppie che si lasciano e poi ritornano, di amori infiniti, del sostenersi, del trovare qualcuno da amare, di relazioni malsane ma comunque vissute, di amore punto e basta.

L’amore, l’amore…ma che cos’avrà quest’amore di così potente e divino da stravolgere e coinvolgere ogni umana creatura anche la più restia alle seduzioni di Venere e la più immune ai dardi di Cupido?…non te lo spieghi…finchè non arriva Primavera..finchè i fiori non profumano, finchè i gatti non si fanno le serenate ( e le meglio sc… in ogni angolo), finchè i cuccioli non nascono, finchè le donne all’ottavo mese di gravidanza non ciondolano fiere con il loro panzone…finchè la vita non ti esplode in faccia…finchè non vedi i volti di chi viene investito da amore all’imporvviso, cambiare, distendersi, illuminarsi…e vedi sorrisi, baci lievi, sguardi morbidi…e ti rendi conto che l’amore fa miracoli, che è la migliore medicina, è il motore dell’universo… “…perchè l’amore è sia la causa che l’effetto, ti ripara più di un tetto, ti espone al cambiamento…”

E in quel dopopranzo, cercando versi e riferimenti, ti imbatti nel cantico dei cantici …e resti letteralmente esterfatta…è vero, un passo l’avevo già sentito leggere ad un certo matrimonio( tripudio d’amore e gioia che ne deriva….che mi ha ridato speranza nell’amore stesso)…ma sei lì davanti a quel fiume di parole e non puoi far altro che augurarti che come un raggio di sole caldissimo arrivi anche su di te questa benedizione…ma poi ti fermi, ti ascolti, come solo tu sai fare, e ti rendi conto che quel calore ce l’hai già dentro, che quasi ti commuove…c’è l’hai da sempre verso tutto quello che hai attorno, ma stavolta…c’è qualcosa in più…e speri con ogni fibra che un giorno possa venir fuori e possa essere esternato, sussurrato, urlato…tutto l’amore del mondo…o anche soltanto questo embrione d’amore che provo per te…

…perchè in AMORE tu sei barca e lui è il vento…

20140214-104806.jpg

 

HO PERSO IL FILO marzo 6, 2013

Filed under: My Inner — CHY @ 12:45 pm

…si, credo proprio di aver perso il filo…è arrivato Marzo ma senza nessun clamore e il mio cuore non è proprio così “primaverile” …e non credo che dipenda dal fatto che qui su ancora è inverno…

Mi sento come se quest’ultimo mese mi avesse travolta lasciandomi tramortita, senza forze, senza magia e dolcezza e  che, soprattutto, per la sua violenta lentezza mi abbia fatto aprire la mano che reggeva il filo…dell’aquilone…della mia vita…delle mie emozioni…del tempo che scorre…dei miei bisogni…

Mi sono impantanata in questi pensieri per nulla produttivi, incastrata in una casa troppo piccola ed in un lavoro che giorno dopo giorno mi snocciola davanti nuove difficoltà e la certezza che anche sto giro l’ho presa dove non batte il sole, ormai da tempo immemore aggiungerei…

Ed il pensiero frenetico che Maggio è vicino…ma la novità è che  non mi sento come mi sono sentita sempre pensando a questa vicinanza…è inquietudine…perchè scadrà il contratto…per quello che succederà…per quello che vorrei…per il desiderio di avere del tempo per prendere fiato, rivedere la mia famiglia, godermi del tempo sano e rilassato con chi amo…

E con il bucato steso dentro casa, la pioggia che batte sull’abbaino, l’acqua e limone da bere e una giornata di lavoro ancora davanti che terminerà alle 22,30, guardo l’orologio e vedo che è già tardi…che è l’ora di infilarsi le scarpe ed andare…

Bisognosa di un pensiero felice e salva umore…bisognosa della MarzoMagia…bisognosa di fiori…e affamata di dolcezza e amore…

Bisognosa di stringere tra le mani di nuovo quel filo…desiderosa di stringerlo tra le braccia e sentirlo di nuovo mio…forse è quello il rimedio…

 

 

APPENA PARTITO E GIA’ TI ASPETTO… febbraio 4, 2013

Filed under: Daily report,My Inner — CHY @ 11:31 pm

Nel cuore, negli occhi e sulla pelle la gioia e l’amore di ogni giorno e di questi ultimi tre giorni…

“Esistono procedimenti magici che aboliscono le distanze di spazio e tempo: le emozioni.”
Simone de Beauvoir

Buon Compleanno… ❤

 

10, 9……3,2,1… dicembre 30, 2012

Filed under: Daily report,My Inner — CHY @ 11:54 pm

Quello che si sta concludendo è stato forse uno degli anni più travagliati e importanti della mia vita…

Ho affrontato paure, fatto progetti, riempito valige, abitato tre case, cambiato due lavori e mezzo…ho cambiato regione, latitudine, abitudini…ho imparato a godermi la solitudine e la compagnia, ho imparato a star bene nel silenzio, in un silenzio condiviso in due..ho imparato nuove parole, nuove prospettive, nuovi punti di vista…ho imparato che i maglioncini della Benetton vanno lavati a mano…ho scoperto che differenze sostanziali avvicinano più di un’uguaglianza, che dividendo lo spazio e il tempo con LA TUA persona si diventa un po’ come lui/lei e al tempo stesso ne si diventa l’incastro.

Questo è l’anno del mio più grande cambiamento, interiore, esteriore e prosaico…e tornando a casa a Natale, guardandomi intorno in camera mia, passeggiando da sola per le strade di una Palermo calda e poco natalizia mi sono confrontata con l’entità di questo cambiamento.

Sono stata così centrifugata in questi mesi, sballottata da un cambiamento ad un altro che non ho avuto il tempo, l’energia, le palle per rifletterci su…adesso so che Palermo sarà sempre il mio posto, la mia orgine, la tana dei miei affetti ma che il mio posto adesso è qui, dove mi sento realizzata…anche se ancora è tutto da settare, migliorare, equilibrare.

Ho scoperto che quel che era “frivola esigenza” adesso è solo un ricordo o forse solo un substrato, so che sono cambiata ma che dentro resto sempre la stessa, che il mio passato, le mie esperienze restano dentro di me in maniera attiva e positiva.

Questo è l’anno in cui mi sono innamorata ( di nuovo o per la prima volta davvero, chi può dirlo…)….è l’anno in cui ho smesso di aver paura dei miei sentimenti e della mia emotività, è l’anno in cui ho conosciuto davvero Lui e ho imparato a lasciarmi andare all’Amore, ho imparato ad Amare ed ogni giorno imparo cosa significa essere un Noi

Questo è l’anno in cui sto diventando davvero donna, ho ancora tanta strada ma nel quotidiano sto facendo tantissima pratica.

Certo di cose da fare, imparare, migliorare ce ne sono un fottiglione…ma posso dirlo…questo è stato l’anno più shakerato, più imprevedibile…il migliore della mia vita!

Un grazie a chi mi ha sostenuta, aiutata, accolta, spronata e guidata…un grazie a chi mi fa addormentare al sicuro praticamente ogni notte e mi regala sorrisi ed abbracci accoglienti…un grazie alle amicizie (poche magari ma eccellenti) vicine e lontane (anche lontanissime, oltre l’oceano)…un grazie all’amore e alla fiducia incondizionata dei miei genitori…un grazie a me…lo posso dire, stavolta lo posso dire davvero…

E mentre manca poco al countdown posso dire che, desideri e aspettative a parte, sono esattamente dove voglio essere, con chi voglio essere…propositi? che il prossimo anno sia ancora migliore di questo che volge al termine e se il prezzo è combattere ogni giorno, beh…sono pronta a farlo…con tutto l’amore e l’energia del mondo!

Buon Anno a me, Buon Anno a Voi, Buon Anno a Noi…amore mio…

 

 

BY YOUR SIDE, BY MY SIDE… settembre 10, 2012

Filed under: Daily report,My Inner — CHY @ 8:13 pm

Crisi di nervi serale con lacrima in pizzo da premestruo.

Al telefono:

C ( concitatissima e rapidissima):…”bla bla bla bla bla  e poi NESSUNA GRATIFICAZIONEEEE!!!!”

M (flemmatico e dolcemente fermo): ” la gratificazione siamo NOI!”

C ( confusa): “NOI chi, scusa?”

M (sempre più dolce): “NOI….IO&TE…”

Allora alla nostra GRATIFICAZIONE… a NOI…perchè questo Noi, forse il primo vero della mia vita, è la mia forza in questo momento…

…a Te, mio motore e mia calma…

…Oh when you’re cold, I’ll be there
Hold you tight to me
Oh when you’re low
I’ll be there by your side, baby…

 

IL FIATO CHE MI MANCA luglio 5, 2012

Filed under: Daily report,My Inner — CHY @ 1:00 pm

Ho voglia di concerti e serate all’aperto…ho voglia anche soltanto di un week end al mare…di almeno un giorno senza pensare, solo per sorridere, gioire, amare e godere delle ore…ho voglia di alzarmi la mattina e fare il mio dovere, andare a lavorare, senza complicazioni, con la semplicità di una routine…ho voglia di anelare le ferie, di progettarle…di fare un vaiggio, di quelli importanti, di quelli condivisi con LA persona…ho voglia di potermi permettere la ceretta ogni 15giorni e la manicure ogni 10…ho voglia di buttarmi sul pavimento di una sala di danza e tirare e liberare ogni muscolo intorpidito…ho voglia di una casa mia a lungo termine, personalizzata a mio gusto, scelta da me e pagata senza rimanere senza fiato o col panico di non arrivarci o dell’imprevisto…ho voglia di un nuovo taglio di capelli, di pelle ambrata e di quella borsa nuova…ho voglia di smettere di cercare anche solo per sei mesi, anche solo per un giorno, una nuova strada, una via d’uscita per migliorarmi la vita…

Ho voglia di vivere senza questo costante peso sulla pancia e sul collo…poi lo so, io non mi accontento, sono irrequieta per natura e dopo un po’ troverei qualche nota stonata pure in questo quadretto ma intanto prenderei fiato, pulirei il cervello, mi riempirei il cuore, le orecchie, gli occhi di una serenità nuova…che da qualche parte è già in essere, ma che ha bisogno di essere alimentata e pompata fino ad esplodere…

Ho voglia e bisgno di rilassarmi, di uno stand by…sento la stanchezza di tutto quest’ultimo anno tutta sulla schiena e sulle gambe, sopra gli occhi che oggi si riempiono di lacrime, lacrime che non riesco a scacciare…

A tempi migliori, allora…alzo questo bicchiere di the verde e brindo al giorno in cui scriverò a stampatello CE L’HO FATTA!…al giorno in cui scriverò di una nuova vita…o anche soltanto di quel giorno di respiro di cui ho tanto bisogno…